domenica 14 Agosto 2022 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Piemonte, la Regione vuole rilanciare il gioco d’azzardo

Forte opposizione delle associazioni, l'allarme della Diocesi torinese

La maggioranza in Consiglio regionale ha presentato una nuova proposta di modifica della legge 9/2016 contro il gioco d’azzardo patologico che chiede di dimezzare le distanze dei luoghi sensibili dalle sale slot e di eliminare le limitazioni di orario.

In Piemonte negli ultimi due anni  il gioco d’azzardo è calato del 9,7% (a fronte di un aumento dell’1,6% nel resto d’Italia), le perdite da gioco sono diminuite del 17,8% e i due terzi delle somme non spese nel 2018 non sono state reinvestite in altri giochi. In un biennio si è più che dimezzato il numero delle slot machine che sono passate da 26 mila in oltre 5.700 esercizi commerciali a 12.500 in 1.800 esercizi. Nel primo semestre 2018 il volume di gioco nella regione piemontese, dopo l’entrata in vigore del distanziometro, si è ridotto di 232 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le perdite sono diminuite di 163 milioni.