martedì 16 Agosto 2022 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

A scuola di innovazione sociale per la pace

Pax Christi propone da gennaio un nuovo percorso formativo

Innovazione sociale, sviluppo sostenibile, cooperazione internazionale, sono alcuni tra gli ambiti ai quali, negli ultimi anni, molti giovani guardano con interesse per costruire la propria dimensione professionale.

Tanti di loro si sono già misurati con esperienze di mobilità studentesca o di volontariato in organizzazioni della società civile, dedite allo sviluppo di progetti di cooperazione internazionale o di solidarietà nei Paesi emergenti.

È da queste esperienze che spesso nasce il desiderio di trasformare un’attitudine personale, un ideale o una passione in un vero e proprio lavoro. Specifici percorsi formativi possono agevolare l’acquisizione di competenze specialistiche che rendono possibile questo progetto di vita.

Allo stesso tempo, l’investimento formativo, di quanti operano già su queste tematiche risulta un elemento particolarmente problematico. L’area della formazione viene chiaramente segnalata dagli addetti ai lavori come quella in cui le organizzazioni di appartenenza sono chiamate a un maggiore investimento.

Con tali premesse, Pax Christi Movimento Cattolico Internazionale per la Pace e la Pontificia Università Lateranense intendono inserirsi all’interno delle opportunità formative destinate alla preparazione di quanti contribuiranno con il proprio impegno professionale al raggiungimento di obiettivi di sviluppo sociale ed economico inclusivi e sostenibili, dando vita alla “Scuola d’Innovazione Sociale per la Pace e lo Sviluppo della Cooperazione Internazionale”, un piano didattico composto da cinque percorsi di alta formazione il cui obiettivo è trasferire competenze e conoscenze utili a quanti si dedicheranno a preparare risposte concrete alle 5P dell’Agenda 2030 dell’Onu: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership.

Molti, specie giovani, desiderano farsi portatori e costruttori di “giustizia”. Hanno alle spalle curriculum importanti, ma spesso lamentano un deficit formativo specifico nelle organizzazioni cui entrano a far parte.

La “Scuola” desidera muoversi verso questo deficit, offrendo a partire da gennaio 2022, per un anno, materiali per colmarlo. I cinque percorsi consentono di acquisire una serie di competenze tecniche e trasversali indispensabili per affrontare la complessità del mondo: dai diritti umani alla democrazia partecipativa, dall’economia al management, fino alla pedagogia.

La proposta formativa è strutturata attraverso moduli online, su piattaforma dedicata, curati da docenti universitari ed esperti. La chiusura della prima edizione della Scuola si svolgerà invece presso la sede della Pontificia Università Lateranense a Roma.