lunedì 05 Dicembre 2022 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Armonie di pace

Il primo Gennaio dalle 18 diretta streaming dal Sermig con il concerto per la pace

Giornata mondiale della pace. Il Coordinamento interconfessionale del Piemonte “Noi siamo con voi” ha scelto  di tornare a celebrare la “Giornata Mondiale della Pace”. Ma per la delicatissima situazione sanitaria, ha dovuto optare per una partecipazione solo in streaming cercando comunque di offrire il meglio, <abbiamo pensato – spiegano i promotori – che sarebbe stato bello farlo innanzitutto tramite un variegato concerto, realizzato dalla nostra orchestra interconfessionale (hanno provato e suoneranno insieme giovani di diverse fedi religiose). Siccome il nostro obbiettivo pervicacemente perseguito è quello della pace, la serata sarà intitolata “Armonie di Pace”>.  La scelta della musica ha un duplice valore:il primo, quello di sottolineare che l’impegno per la pace e per i diritti umani deve essere – pur nell’estrema tragicità della situazione attuale in molti paesi del mondo– mosso dalla speranza e in un clima di confortante fraternità.Il secondo è quello di denunciare l’assurda brutalità di quei regimi e di quei poteri che addirittura vogliono proibire la musica, che è espressione universale di libertà e di gioia. Il concerto sarà accompagnato dalla  proiezione di frasi e motti in tema, patrimonio delle religioni del mondo, e sarà preceduto da brevi interventi. 

Oltre alla introduzione da parte del portavoce del Coordinamento, Giampiero Leo, sono previsti i saluti delle principali  autorità civili e religiose della Città e della  Regione, a partire dell’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia. A dare il senso pieno dell’ iniziativa, ci sarà una testimonianza particolarmente attesa, da parte della dott.ssa Amiri Farzana, ginecologa già responsabile della Clinica dell’amicizia italo afghana di Kabul, che è stata recentemente premiata per il suo valore, il suo coraggio e la sua coerenza, dal Comitato per i diritti umani del Consiglio regionale del Piemonte (insieme ad una donna esponente dell’opposizione democratica venezuelana, ed a un’altra che rappresenta una delle più importanti organizzazioni solidariste delle donne africane, oltre alla nostra suor Angela Pozzoli).