mercoledì 05 Ottobre 2022 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Papa in Kazakhstan: religioni aprano sempre vie di pace e dialogo

La pandemia, il bisogno di pace, l’accoglienza fraterna e la custodia della casa comune ossia l’attenzione all’ambiente, sono le quattro sfide per l’umanità di cui ha voluto parlare Papa Francesco, nel suo discorso in apertura della sessione plenaria al settimo Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali, in Kazakistan.

Il pontefice si è rivolto ai leader religiosi con parole chiare rispetto alla situazione attuale auspicando che le religioni aprano sempre vie di pace e dialogo.

“Finché continueranno a imperversare disparità e ingiustizie, non potranno cessare virus peggiori del covid, quelli dell’odio, della violenza del terrorismo. Dio è pace e conduce sempre alla pace, mai alla guerra”.

“Non bisogna mai giustificare la violenza, ha aggiunto è l’indigenza a permettere il dilagare di epidemie e di altri grandi mali che prosperano sui terreni del disagio e delle disuguaglianze. Il maggior fattore di rischio dei nostri tempi permane la povertà”.
Infine ha parlato di accoglienza: “Riscopriamo l’arte dell’ospitalità, dell’accoglienza, della compassione. E impariamo pure a vergognarci”.