sabato 02 Marzo 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Papa Francesco: il lavoro, un “Cantiere di Speranza” per i giovani

Il Papa esorta i giovani a costruire legami solidi nel lavoro, respingendo precarietà e illegalità. Le ACLI supportano la visione generativa.

Che il lavoro sia un cantiere aperto di speranza per combattere il vuoto e costruire legami saldi di comunità. In questo consiste il messaggio che Papa Francesco ha inviato alle ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani).

Nel suo messaggio il Papa esorta i giovani a considerare il lavoro come un “cantiere di speranza”, affrontando le sfide con fiducia. Sottolinea il vuoto e la precarietà che minacciano la dignità di molti, ma invita a un impegno costruttivo nel bene comune. Critica il lavoro mercificato, l’illegalità e la mancanza di sicurezza, auspicando una collaborazione intersettoriale per stabilire connessioni durature. Continua benedicendo l’iniziativa “Labordì”, lodando la volontà di creare un tessuto stabile e sottolineando l’importanza di progettare insieme il lavoro e invitando alla visione generativa del lavoro come componente essenziale dell’esistenza, conferendo dignità e speranza. Auspica che la giornata apra “cantieri di speranza” per i giovani, affrontando le sfide del lavoro con fiducia e impegno. Conclude con la benedizione e l’augurio di abbracciare la bellezza di un lavoro dignitoso.

Un messaggio apprezzato dal presidente nazionale delle ACLI, Emiliano Manfredonia: «Le parole di Papa Francesco sono un faro per il nostro impegno e per gli sforzi che stiamo facendo a tutti i livelli perché il lavoro sia buono e diventi nuovamente vocazione unica e insostituibile alla speranza». Poi si è rivolto ai giovani, «accettate qualsiasi tipo di lavoro ma non qualsiasi forma perché non c’è un mestiere migliore o peggiore di altri ed è importante che sperimentiate. Quello che non dovete accettare, però, è il lavoro nero, il lavoro mal pagato, il lavoro senza diritti: il vostro lavoro sia sempre qualcosa che non toglie ma porta dignità, oggi purtroppo non è semplice, ma le Acli sono qui anche per questo, siamo persone che si sono messe assieme per fare ciò che ci sembrava più giusto, perché insieme si conta di più».

Il testo del messaggio di Papa Francesco è possibile leggerlo completo QUI.