giovedì 20 Giugno 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Il Presidente giornalista

La raccolta di articoli e interviste a Mattarella nel suo prima settennato. Tra loro l'intervista rilasciata ai giornali Fisc

Il Presidente giornalista. In poco più di 140 pagine sono raccolti gli articoli e le interviste che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha scritto o rilasciato nel suo primo settennato (2015-2021). Un volumetto a cura dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Presidenza della Repubblica.

Una grafica semplice, ma elegante racchiude i vari interventi ordinati secondo la data di pubblicazione, dal più recente all’inizio del suo mandato.

Il primo, pubblicato il 6 novembre del 2021 sul giornale algerino Liberté (ha cessato le pubblicazioni nel 2022), è una intervista realizzata da Hassane Ouali e Akli Rezouali in occasione della prima visita di Stato di un presidente italiano in Algeria in 18 anni. Quando Mattarella giunge ad Algeri si sta vivendo una “crisi” tra Algeria e Unione Europea. Mattarella considera l’Algeria “un attore cruciale nel Mediterraneo e in Africa”.

L’ultima, ma prima nel suo settennato, è sempre una intervista (19 marzo 2015)  ed è stata rilasciata ad una testata straniera: la Cnn. Christiane Amampour intervista il Presidente il giorno dopo l’attentato terroristico, rivendicato dall’Isis, al museo nazionale del Bardo di Tunisi dove morirono 24 persone, di cui quattro italiani.

Tra i ventotto interventi pubblicati c’è anche una intervista che Mattarella ha rilasciato il 2 giugno 2016 al gruppo editoriale della Federazione italiana settimanali diocesani (FISC). In un giorno significativo, si celebrava il 70esimo anniversario della Repubblica italiana, le domande si sono concentrate sullo stato di salute dell’Italia, del suo popolo, del valore della festa del 2 giugno e sul ruolo dei cittadini credenti nella partecipazione alla cosa pubblica.

Gli interventi del Presidente della Repubblica possono essere scaricati dal link: http://www.quirinale.it/page/ebookapp