sabato 02 Marzo 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Disabilità in Europa: si abbassano le barriere

Istituita la tessera europea di invalidità e il contrassegno europeo di parcheggio

Nei giorni scorsi è stato raggiunto un accordo tra il Parlamento europeo e gli Stati membri dell’UE sulla direttiva che istituisce la tessera europea di invalidità e il contrassegno europeo di parcheggio per le persone con disabilità. La Direttiva è stata proposta alla Commissione Europea nel settembre 2023.

Una tessera europea di disabilità armonizzata e una tessera europea di parcheggio migliorata garantiranno un riconoscimento più semplice dello status di disabilità e la parità di accesso a condizioni speciali e trattamenti preferenziali in tutta l’UE, durante i soggiorni di breve durata in altri paesi dell’UE. Queste carte faciliteranno la mobilità delle persone con disabilità.

Gli elementi principali della Direttiva includono:

  • Riconoscere la Carta Europea d’Invalidità come prova della disabilità in tutta l’UE. Durante i soggiorni di breve durata in altri Paesi dell’Unione Europea, alle persone con disabilità sarà garantito pari accesso a condizioni speciali e trattamenti preferenziali rispetto a servizi, attività e strutture pubbliche e private. Ciò può includere l’accesso prioritario, tariffe ridotte, assistenza personale e guide in braille o audio per trasporti, eventi culturali, musei, centri ricreativi e sportivi, nonché parchi di divertimento. La tessera integra le tessere o i certificati nazionali esistenti e riconosce il ruolo di ciascuno Stato membro nella valutazione dello stato di disabilità.
  • Fornire ai titolari della carta di parcheggio europea gli stessi diritti di parcheggio in tutta l’UE. La tessera europea di parcheggio garantisce parità di accesso ai parcheggi riservati designati e ad altre condizioni e strutture di parcheggio. Sostituisce il contrassegno di parcheggio UE per le persone con disabilità, creato su base volontaria attraverso una raccomandazione del Consiglio . Per affrontare le questioni legate al riconoscimento incoerente in tutta l’UE, la tessera di parcheggio europea migliorata utilizza un modello comune vincolante. Include anche funzionalità di sicurezza per prevenire contraffazioni e frodi.
  • Obbligare gli Stati membri a rilasciare e rinnovare gratuitamente la Carta Europea di Disabilità, sia in formato fisico (con caratteristiche digitali) che in formato digitale.
  • Richiedere agli Stati membri di rilasciare e rinnovare la carta di parcheggio europea gratuitamente, o pagando una piccola tassa per coprire i costi amministrativi, in formato fisico con caratteristiche digitali. Ciascuno Stato membro può fornire tale carta anche in formato digitale.
  • Garantire informazioni accessibili al pubblico sulle condizioni e sulle procedure per ottenere tali carte, nonché informazioni generali sulle condizioni speciali e sul trattamento preferenziale offerto alle persone con disabilità. Ciascuno Stato membro creerà un sito web dedicato a questo scopo. Inoltre, l’UE creerà anche un sito web dedicato collegato a tutte le pagine web nazionali.
  • Garantire l’applicazione e il rispetto conferendo alle persone con disabilità e ai loro rappresentanti il ​​potere di intraprendere azioni legali ai sensi del diritto nazionale. Gli Stati membri devono stabilire meccanismi per queste azioni legali e attuare sanzioni e misure correttive in caso di violazioni.

Prossimi passi

Dopo l’accordo formale del Parlamento Europeo e del Consiglio nei prossimi mesi, la Direttiva entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. Entro 30 mesi dall’entrata in vigore gli Stati membri dovranno recepire le disposizioni della direttiva nel diritto nazionale. Un anno dopo, la legislazione entrerà in vigore e a quel punto le persone con disabilità potranno richiedere le carte.

Sfondo

La Direttiva che istituisce la Carta Europea di Disabilità e il Contrassegno Europeo di Parcheggio per le persone con disabilità è stata annunciata nella Strategia dell’UE per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030 . Contribuisce all’attuazione da parte dell’UE della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, di cui sono parti sia l’UE che gli Stati membri dell’UE. Si allinea inoltre ai principi di pari opportunità e inclusione delle persone con disabilità delineati nel pilastro europeo dei diritti sociali .

Le persone con disabilità e le organizzazioni della società civile legate alla  piattaforma sulla disabilità hanno svolto un ruolo chiave nella definizione di questa direttiva. I loro contributi, basati sulle esperienze con la  tessera di parcheggio UE per le persone con disabilità  e sul  progetto pilota della tessera europea di disabilità , nonché sugli approfondimenti di un sondaggio online e su oltre 3.300 risposte (78% da persone con disabilità) da una consultazione pubblica nel 2023, hanno aiutato identificare le questioni chiave e affrontare i bisogni reali delle persone con disabilità.