sabato 22 Giugno 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

La mobilità futura in Europa è la bicicletta

Siglata oggi la dichiarazione europea sulla mobilità ciclistica

Oggi, con l’adozione della dichiarazione europea sulla mobilità ciclistica, l’UE compie un ulteriore importante passo verso la riduzione delle emissioni dei trasporti. A margine del Consiglio europeo informale dei trasporti e delle Giornate per collegare l’Europa, Adina Vălean, commissaria per i Trasporti, ha firmato una dichiarazione insieme a Karima Delli, presidente della commissione Trasporti del Parlamento europeo, e a Georges Gilkinet, vice primo ministro belga. La firma odierna è in linea anche con l’obiettivo della presidenza belga del Consiglio di decarbonizzare il settore dei trasporti dell’UE.

La dichiarazione, che riconosce nella bicicletta un mezzo di trasporto sostenibile, accessibile e a prezzi abbordabili, dotato di forte valore aggiunto per l’economia dell’UE, prevede impegni chiari, come reti ciclabili sicure e coerenti nelle città, migliori collegamenti con i trasporti pubblici, parcheggi sicuri e l’accesso ai punti di ricarica per le biciclette elettriche. Tali impegni sono assunti a livello dell‘UE, nazionale, regionale e locale. Si tratta di elementi necessari per migliorare la qualità e la quantità delle infrastrutture ciclabili in tutti gli Stati membri e rendere la bicicletta più attraente per il pubblico.

Sulla base di una proposta presentata dalla Commissione nell’ottobre 2023 e in risposta alle richieste del Parlamento europeo e degli Stati membri, la dichiarazione costituisce un impegno politico comune e una bussola strategica per le politiche e le iniziative attuali e future relative alla bicicletta.

Adina Vălean, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: “Riconosciamo i molteplici benefici della bicicletta: riduce l’inquinamento, allevia la congestione urbana e promuove stili di vita più sani. Inoltre, la bicicletta è una pietra angolare dell’industria europea, stimolando l’innovazione e la crescita e creando nel contempo posti di lavoro locali di alta qualità. L’adozione della bicicletta è in linea con la strategia industriale dell’UE e con i suoi obiettivi.”