martedì 28 Maggio 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani

Il libro di Andrea Gianni “Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani” viene presentato domenica 12 maggio 2024, alle 14 al salone del Libro di Torino, Spazio UELCI, Oval, stand W05

Invito alla presentazione del libro “Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani” al Salone del Libro 2024

Nel volume “Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani”, l’autore Andrea Gianni fa emergere in tutto l’orizzonte la statura umana e culturale di Luigi Giussani. Edito da Cantagalli EU Press FTL, il libro approfondisce la lezione di Giussani. Che è stato maestro geniale anche nel pensare la politica in quanto tale e nell’avvertire che la vocazione politica del cristianesimo sta nella costruzione di un’unità. Un’unità tesa a valorizzare le differenze della società e contraria a ogni estraneità, conflittualità e divisione.

Andrea Gianni, giurista e ricercatore

Andrea Gianni (1944), giurista, è stato ricercatore universitario, segretario di redazione della rivista Communio, direttore di collana per Jaca Book, fondatore e presidente dell’Associazione Sant’Anselmo con la quale ha curato per anni lo stand della Conferenza Episcopale Italiana al Salone del libro di Torino, oltre a eventi librari, culturali e artistici in diverse città italiane. Giornalista pubblicista, già collaboratore di Avvenire, ha scritto su L’Osservatore Romano ed è autore di un libro sull’insegnamento della religione nella scuola e di uno su Stato e Chiesa in Croazia.

Politica intesa come bisogno di contribuire al bene comune

In “Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani” Gianni si sofferma sulla lettura antropologica che Giussani dà alla politica, come risposta al bisogno della persona di essere utile al bene comune, quello della famiglia e del popolo, con un’apertura totale verso tutte le esigenze altrui.

Pagina dopo pagina, il volume chiarisce come per Giussani il senso religioso sia la più profonda struttura costitutiva della persona e perciò determini anche la sua partecipazione alla polis. Un aggancio paradossale tra senso religioso e politica che in realtà permette di incontrare e rispettare ogni tentativo politico presente nella società.

Dialogo e comunione, aspirazioni umane e cristiane

Il libro si completa con una riflessione su alcuni decisivi “criteri” che per Giussani segnano una azione politica “da cristiani”. E si sofferma in particolare sul dialogo e sulla comunione, aspirazioni umane prima che cristiane, capaci di cambiare il volto e le forme della politica.

Con un linguaggio semplice alla portata di tutti e quasi colloquiale, non senza punte di ironia, “Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani” disegna una mappa del pensiero politico di Luigi Giussani, toccando concetti come lavoro, responsabilità sociale, Stato, partiti politici, pluralismo e democrazia, rivoluzione, condivisione, popolo e persino amicizia; accompagnati dalla sorprendente affermazione che il cristianesimo non è una religione.

La volontà di restituire alla politica la dignità perduta

“Passione per l’umano, passione per la libertà. Tracce di politica nel pensiero di Luigi Giussani” ha il pregio di rimettere al centro parole che sono ideali: quelle sincere aspirazioni umane che possono restituire alla politica la dignità perduta. Un messaggio in profonda controtendenza rispetto a una politica con il respiro corto, dettata dal ritmo elettorale e incapace di proporre un modello di umanità e di società che valga la pena perseguire.