lunedì 17 Giugno 2024 - Santo del giorno:

Il network dell'informazione del Piemonte e della Valle D'Aosta
SIR NEWS
  • Data loading...

Quattro docu-film sulla Sindone

La serie di video-clip e podcast sul Telo fa parte del cammino di preparazione al Giubileo del 2025. In occasione della Festa della Sindone, AGD propone il primo filmato sul Lino

Sindone

Quattro docu-film sulla Sindone per ricostruire la storia e il messaggio di fede del Telo. È questo il dono che la Diocesi di Torino fa alle famiglie italiane e di tutto il mondo per Giubileo del 2025. Ciascuno della durata di 9 minuti, i filmati sono fruibili on line, in un programma che lega le esperienze di devozione alla ricerca scientifica. Ad affiancare le video-clip, ci sono anche altrettanti podcast, che ripercorrono le stesse tematiche con un linguaggio più immediato e discorsivo.

Docu-film sulla Sindone in tivù e su tutte le piattaforme web

Il progetto, che segue e conclude altrettanti prodotti realizzati nella stagione 2023, reca la firma di Officina della Comunicazione, società di produzione specializzata nella realizzazione di documentari culturali e religiosi. È stato realizzato in collaborazione con la Diocesi di Torino, il Centro internazionale studi sulla Sindone, Vativision. La regia è di Omar Pesenti. Entrambe le collane sono sostenute da Fondazione CRT.

A partire dalla fibra del Telo, le clip offrono una panoramica completa sulle vicende storiche e sul significato universale della Sindone. Le quattro puntate sono disponibili su diverse piattaforme web oltre che alcuni canali televisivi e sui siti della diocesi di Torino e del quotidiano La Stampa. Vativision è la media company OTT (over the top) che collaborerà alla distribuzione dei prodotti.

Docu-film sulla Sindone sul sito di AGD

AGD propone le diverse puntate a partire da oggi, 4 maggio, Festa della Sindone. La prima clip si sofferma sulle caratteristiche del Lino su cui è impressa l’immagine sindonica e ripercorre le manifestazioni di devozione che il Telo ha storicamente suscitato.

Mons. Repole: «forte interesse della scienza nei confronti della Sindone»

I docu-video sulla Sindone sono stati presentati dallo stesso arcivescovo di Torino, mons. Roberto Repole, nell’illustrare l’agenda del Giubileo. «Credo che gli scienziati abbiano provato un forte interesse nei confronti della Sindone – ha detto mons. Repole – precisamente perché da duemila anni c’è nel mondo il racconto di Gesù Cristo. Se non ci fosse stato questo racconto, se non ci fosse stata la testimonianza dei primi discepoli e della Chiesa vivente di Cristo morto e risorto, penso che la stessa scienza non avrebbe avuto così grande interesse ad occuparsi di un telo come quello sindonico».

Prof. Zaccone: «il Telo è un mistero da contemplare e conoscere»

«Sin dalla sua comparsa, la Sindone ha destato l’attenzione degli studiosi, oltre che acceso la devozione delle persone», ha commentato il prof. Gianmaria Zaccone, direttore del Centro di Studi sulla Sindone, rievocando la storia di un’immagine sempre vissuta sulla delicata linea di demarcazione tra la scienza e la fede.  «C’è un bisogno di conoscenza che rimanda direttamente a quel mistero che il Telo rappresenta». Dalla fotografia all’informatica al mondo di Internet, «le discipline del ‘vedere’ sono sollecitate a indagare e diffondere l’informazione intorno al Telo».

Mons.Viganò: «Il volto e la gloria del Padre in Gesù»

La serie di docu-film sulla Sindone «segnano – come spiega mons. Dario Viganò, vicecancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze – l’opportunità di contemplare il volto e la manifestazione della gloria del Padre in Gesù proprio perché la nostra fede non poggia su reperti storici, pure importanti, ma vive del dono dello Spirito Santo per una relazione esistenziale e personale con Gesù».